Sviluppare rullini per godersi le fotografie


Link sponsorizzato

Sviluppare rullini nel 2011 sembra essere inadeguato, l’avvento delle fotocamere digitali è stato prorompente ed invasivo, in pochi anni abbiamo visto un passaggio pressochè totale ai nuovi dispositivi.

Ma i vantaggi in termini di usabilità e costo delle fotocamere digitali, ci hanno fatto dimenticare quelli che erano i piaceri della fotografia in vecchio stile.

Ad esempio, l’attesa delle foto è un’esperienza particolare che ci modifica letteralmente lo stato d’animo nei giorni di attesa. Infatti capita spesso di pensare alle foto in fase di sviluppo, ed avere dubbi sulla riuscita di tutti gli scatti, o peggio la paura di aver rovinato completamente tutto il rullino! :)

Inoltre la consapevolezza di dover gestire manualmente ogni funzione della macchina fotografica, sembra dare molta più soddisfazione nel caso una foto risulta ben riuscita. Oggi invece, grazie all’alta tecnologia, allo Stabilizer, alla messa a fuoco automatica, e a tutto il resto, anche se si scattasse una foto dalla macchina a tutta velocità, ad un passante controluce e con la nebbia, sembra che il risultato è sempre ottimo!


Link sponsorizzato

Altra esperienza fondamentale e che non ha nulla a confronto con il nuovo modo di fare (ovvero postare le foto su internet, sui social network e così via.) è la possibilità di conservare gli album di foto in un angoletto nella propria casa. Sapere sicuro che dopo 10, 15, 20, 40 anni le ritroveremo ancora li, fedeli ad aspettarci, pronte a regalarci momenti di nostalgia, di gioia e perchè no, momenti capaci di farci ritornare indietro nel passato tanto da rivivere la gioia di essere bambini e raggiungere anche solo per un attimo quella spensieratezza che allora non capivamo, ma che ora ricerchiamo con tutte le nostre forze, haimè senza ottenere sempre buoni risultati.

Per cui, cari amici e lettori di Pittorifamosi.it, il mio consiglio è di prendere la prorpia vecchia fotocamera Reflex alla mano, analogica o digitale che sia, e scattare scattare scattare foto senza però dimenticare di stamparle sempre e comunque.

Oppure finirete per avere una certa età, il computer distrutto e nessun ricordo da mostrare ai vostri figli, nipoti o a voi stessi..

Ah diementicavo, non ho proprio fatto accenno alla mia Pentax ME del lontano 1976, produzione Japponese di fattura eccellente, si tratta di una fotocamera indistruttibile perchè quasi interamente in acciaio inossidabile, con rifiniture in plastica di qualità eccellente e delle lenti che solo all’epoca “era conveniente produrle” data la loro complessa composizione tecnologica. :)


Link sponsorizzato