scarpepersonalizzate.it

Creare bigliettino da visita con Photoshop


In questa guida Tutorial vedremo come creare il bigliettino da visita con Photoshop, realizzato in modo professionale e con semplici passaggi. Illustreremo sia con immagini sia con un video tutorial l’intero procedimento che va dalla creazione del file Photoshop, sino a raggiungere le ultime fasi di stampa.

Se non siete troppo pratici di Photoshop, si tratta di un’ottima occasione per imparare, e non temete! infatti i comandi utilizzati non sono così difficili da utilizzare.

Infatti gli strumenti proncipali che utilizzeremo sono:

  • Lazo poligonale.
  • Pennello sfumato.
  • Metodo di fusione dei livelli.
  • Creare testi.
  • Righello e guide.

Anzitutto vi mostrerò il Video Tutorial, poi se volete approfondire una delle fasi potete sempre procedere alla lettura della versione testuale della guida. Vi auguro buona visione:

Spero che il video vi sia piaciuto, ora procediamo con la guida:

Anzitutto creiamo un nuovo file in Photoshop di dimensioni 91 mm di altezza, e 61 mm di lunghezza. Il biglietto da visita standard è di dimensioni 85 x 55 mm , ma noi abbiamo aggiunto 3 + 3 mm ( 55 + 3 + 3= 61 mm e 85 +3 + 3=91 mm ) per ogni orientamento, sia verticale che orizzontale, perchè abbiamo preventivato che in fase di stampa, la stampante ritaglia già dei margini, che quindi non verranno stampati.

A questo punto cliccando su Visualizza > Nuova guida, abbiamo la possibilità di marcare i bordi della nostra immagine, in modo tale da considerare già i 3 mm per lato che abbiamo necessità di tralasciare. Per cui aggiungiamo le guide al file.


Inoltre se la vostra griglia, utile per la misurazione del documento e la gestione delle guide, non è impostata su  mm millimetri, potete sempre modificare l’unità di misura cliccando con il tasto destro del mouse, e successivamente su millimetri.

Ecco come sarà il file dopo l’applicazione delle guide.

A questo punto applichiamo una immagine di sfondo, il mio consiglio è quello di trovarne una che sia di colori e tonalità abbastanza omogenee, proprio per non incorrere in problemi di confusione una volta aggiunte le scritte e gli altri dettagli.

Vi ricordo inoltre che quando avete terminato il disegno del vostro biglietto da visita, dovete passare dalla modalità RGB a quella CMYK, proprio perchè l’una è rivolta ai monitor per cui propone colori con alta luminosità che solo i monitor possono riprodurre, e l’altra (CMYK) propone colori che si avvicinano di molto al risultato finale di stampa, proprio perchè considera le proprietà dei colori della stampante che di certo non sono così luminosi e vivaci come quelli visualizzati su monitor.

Ora possiamo procedere aggiungendo alcuni effetti grafici al nostro bigliettino da visita. In particolare utilizziamo il Lazo poligonale. Per utilizzare al meglio questo strumento usate la combinazione MAIUSC + Click del mouse, in questo modo l’orientamento delle linee di selezione con il lazo, sarà possibile solo ogni 45 gradi partendo dalla linea Orizzontale. Se non avete ben compreso, provare per credere, è uno di quei casi in cui la teoria supera di molto la pratica per quanto riguarda la difficoltà.

 

Per rendere la striscia gialla molto più bella e integrata allo sfondo, basta diminuire opacità e riempimento e cambiare il metodo di fusione in Luce lineare. La stessa operazione la ripetiamo più volte, su vari livelli copiati.

Il risultato finale, dopo aver applicato anche la scritta sarà il seguente:

Spero che questo tutorial vi sia piaciuto, nel prossimo vedremo come stampare i nostri bigliettini da visita! Vi aspetto alla prossima su Pittorifamosi.it

(Immagine di sfondo via:  Immagine e Autore)

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta